Monumento bronzeo al poeta milanese Giuseppe Parini
  •       >

Monumento a Giuseppe Parini

Informazioni generali

 Il monumento a Giuseppe Parini, collocato in  posizione centrale rispetto a Piazza Cordusio, è formato da una base di forma ellittica e da un piedistallo  in marmo che sorregge la statua in bronzo.

L'immagine, nel complesso, è imponente. Dai suoi 4 metri di altezza Parini appare nell’atto di camminare, con il volto assorto e serio, le labbra serrate mentre il braccio sinistro è ripiegato a sorreggere il lembo  dell’ampio mantello, quasi a non intralciare l’incedere spedito.

L’incarico di progettare e realizzare la base del monumento fu affidato nel 1898 all’architetto Luca Beltrami, mentre allo scultore Luigi Secchi fu commissionata la realizzazione della statua bronzea del poeta.

Il monumento fu inaugurato il 26 novembre 1899, in occasione del centenario della sua scomparsa, e la cerimonia fu per imposizione delle Autorità silenziosa e senza discorsi, che si tennero invece in luoghi lontani dalla piazza.

Aneddoti e curiosità

Il piedistallo porta incise due iscrizioni del poeta Gaetano Negri: in una il senatore Giuseppe Robecchi dichiara di aver lasciato una somma cospicua per l’epoca (25 mila lire) per far sì che i concittadini potessero ispirarsi all’immagine del poeta per trarre insegnamenti a generosi propositi.

Prima della statua di Giuseppe Parini, in piazza Cordusio era collocata la statua di San Carlo Borromeo, ora situata nell’omonima piazza. Il “trasloco” fu eseguito nel 1786 – come riportato anche sull’iscrizione alla base della statua – in quanto pare che il governatore austriaco andasse a sbattervi contro con la propria carrozza e pertanto imponesse alla famiglia di rimuoverla entro pochi giorni, perché “d’intralcio alla circolazione”.

Presso il Liceo Parini è collocato un busto del poeta, mentre all’interno, nell’atrio, è posta una targa che reca inciso un verso tratto dall’Ode “La Gratitudine”, che recita: «Chi sovra l'alta mente il cor sublima meglio se stesso e i sacri ingegni estima».

 

Mediagallery

    • loading
      • Collegamenti interni

      • loading