La Loggia dei Mercanti, portico del Palazzo della Ragione
La Loggia dei Mercanti, portico del Palazzo della Ragione
  •       >

Loggia dei Mercanti

Informazioni generali

La Loggia dei Mercanti è il portico sottostante il Palazzo della Ragione: è a sette campate sui lati maggiori e due campate su quelli minori, aperte da archi a tutto sesto o acuti (ai lati estremi).

Le volte risalgono al 1771-1773, anni in cui sostituirono il solaio ligneo. Sulla facciata rivolta verso piazza dei Mercanti, ad ornamento di una volta, una nicchia ad arco contiene l'altorilievo di Oldrado da Tresseno a cavallo, opera dello scultore Benedetto Antelami: l'epigrafe invita a ricordare i meriti del podestà milanese "che costruì il palazzo e bruciò i Catari come doveva".

Dalla parte opposta, sulla via Mercanti, è visibile una rozza scultura: la scrofa semilanuta, primo simbolo della città in ricordo della leggenda legata alla sua fondazione.

Aneddoti e curiosità

Nella metà dell'800 le arcate furono chiuse da vetrate per consentire l'insediamento di negozi commerciali e successivamente demolite a causa del trasferimento di tali attività. Sotto la loggia cominciò la tradizionale fiera degli "Oh bei, oh bei!".

Durante l'ultima guerra il portico fu occupato dalle baracche della Rinascente danneggiata dai bombardamenti. Nel 1952 sui pilastri del portico furono poste le lapidi con i nomi dei milanesi caduti nella guerra di liberazione nazionale.

Mediagallery

    • loading
      • Informazioni biglietto

        -

      • Collegamenti interni

      • loading