Il Mulino Musca, oggi sede della J. Walter Thompson
  •       >

Mulino Mosca

Informazioni generali

L’edificio, sorto nel 1886 in aperta campagna, oggi non conserva più i macchinari per la macinazione ma è sede di un’agenzia di pubblicità, di attività commerciali e di abitazioni private. All’epoca della sua fondazione il Mulino Mosca era un’istituzione all’avanguardia: è infatti stato il primo impianto ad alta macinazione di Milano a utilizzare il vapore prima e l'energia elettrica poi.

Il Mulino ha rappresentato un elemento di sviluppo per l'intero quartiere di Porta Tenaglia e un incentivo alla progressiva urbanizzazione della zona, tanto che già nel 1890 vengono aperte due nuove vie, Bertini e Lomazzo.

Dopo un periodo di declino, l’attività del mulino è interrotta definitivamente. I lavori di ristrutturazione eseguiti in seguito, nel 1970 e nel 1996, hanno permesso il recupero di oltre il 60% dei 27.000 metri quadrati di superficie originari, utilizzati per ospitare la J. Walter Thompson, un’agenzia internazionale di comunicazione nata negli Stati Uniti nel 1864 e approdata in Italia nel 1951.

Da non perdere

Il progetto dedica particolare attenzione al mantenimento delle caratteristiche storiche degli edifici recuperabili. Mentre elementi e materiali tipici della costruzione preesistente vengono riproposti nella ricostruzione dei corpi di fabbrica su via Bertini, dove una piazzetta aperta sulla strada consente di godere di una vista di insieme del vecchio mulino ristrutturato.

Aneddoti e curiosità

Il progetto di ristrutturazione dell’edificio, compiuto dallo Studio Malara Associati e arredato dallo Studio Frank Göring & Straja ha ricevuto il premio Domus In/Arch come una delle migliori opere di architettura moderna realizzate in Lombardia.

La struttura inaugurata nel 1998 può essere perciò considerata come una delle prime storie milanesi di recupero di un complesso produttivo dismesso per nuovi utilizzi legati al mondo del terziario.

Poco lontano, in via Lomazzo 52 vi era la sede del quotidiano economico “Il Sole 24 Ore”, all’interno dello stabilimento Centenari Zinelli, storica industria nel settore della produzione di tessuti elastici. Oggi il Gruppo editoriale si è trasferito in via Monterosa 91, in un edificio che un tempo ospitava le attività Italtel, poi ristrutturato da Renzo Piano.

Mediagallery

    • loading
      • loading