Museo delle arti decorative e Museo dei mobili e delle sculture lignee
Museo delle arti decorative e Museo dei mobili e delle sculture lignee
  •       >

Museo delle Arti Decorative

Nuovo allestimento da aprile 2017

Informazioni generali

Il 12 aprile 2017 ha riaperto dopo tre anni di studi e ricerche e un anno di lavori il Museo delle Arti Decorative del Castello Sforzesco, completamente rinnovato nell’allestimento e nella scelta delle opere.

Il Museo delle Arti Decorative, unico in Italia per quantità e varietà delle collezioni e tra i più importanti in Europa, nel suo genere, espone oltre 1.300 oggetti d’arte in avorio, metallo, vetro, ceramica, tessuto, dall’Alto Medioevo all’Età Contemporanea, che raccontano la vita quotidiana delle classi agiate e le scelte estetiche dei più importanti centri artistici italiani, europei e mondiali.

L’allestimento sottolinea non soltanto le qualità artistiche delle preziose opere in mostra, valorizzate una ad una, ma anche la loro destinazione d’uso, attraverso un racconto della storia sociale e del costume. Evidenzia inoltre l’importanza degli oggetti artistici come veicolo di trasmissione delle innovazioni del gusto, di epoca in epoca e di regione in regione, e la diffusione dei modelli più celebri (bellissimi i bronzi che riproducono il busto di Costanza Bonarelli di Gian Lorenzo Bernini o il Cristo tra i due ladroni su modello di Michelangelo).

Fra le novità, il focus “Mediterraneo”, che racconta il dialogo fecondo fra opere provenienti dalle diverse sponde del Mare Nostrum, dal IV al XVI secolo; l’esposizione del nucleo inedito di bronzetti rinascimentali e barocchi (Andrea Riccio, Giambologna, Stefano Maderno) e l’allestimento in Sala Castellana della “Collezione Bellini Pezzoli” di vetri contemporanei con postazioni multimediali (45 opere dal 1950 al 2015, di artisti come Enrico Baj, Mario Bellini, Joan Crous, Klaus Moje, Roberto Sambonet, Lino Tagliapietra).

Tra i capolavori del museo bisogna  inoltre ricordare innanzitutto i rarissimi Arazzi Trivulzio che decorano l’ampia e suggestiva Sala della Balla: una serie completa di dodici arazzi dedicati ai mesi dell’anno, tessuti a Vigevano tra 1503 e 1509 su disegno del celebre pittore Bramantino.

Il Museo delle Arti Decorative fa parte delle Civiche Raccolte d’arte applicata insieme al Museo dei mobili e delle Sculture lignee.

La sezione dei mobili è collocata al secondo piano della Corte Ducale ed è stata rinnovata nel 2004, affidando a due designer di fama (Perry King e Santiago Miranda) il compito di presentare in maniera più accattivante l’evoluzione del mobile dal tardo Medioevo ai giorni nostri. Di grande interesse la sezione dedicata agli arredi dell’epoca degli Sforza, la collezione di stipi rinascimentali, tra cui l’eccezionale Stipo Passalacqua, e la magnifica raccolta di arredi di Giuseppe Maggiolini: tavolini da gioco, comodini, una scatola da farmacia, una scrivania e soprattutto tre splendidi cassettoni che documentano l’evoluzione di questa tipologia dallo stile rococò al neoclassico.

Dettagli utili

Negli ambienti del Cortile della Rocchetta e della Corte Ducale, le Civiche Raccolte d'Arte Applicata (o Museo delle Arti Decorative) comprendono al loro interno varie sezioni: le raccolte delle maioliche e delle porcellane, arazzi, vetri, oreficerie, avori;  mobili e sculture lignee, l' armeria.

 

L'armeria si trova al piano terra Ducale, la collezione di mobili al primo piano Ducale, ceramiche, oreficerie e avori, vetri, ferri battuti, bronzi, strumenti scientifici sono collocati al secondo piano della Rocchetta.

 

ACCESSIBILITA' MUSEI DEL CASTELLO SFORZESCO

  • Una persona in carrozzina può in piena autonomia raggiungere l’ingresso ed entrare nel Museo. Può inoltre in piena autonomia raggiungere ed utilizzare i servizi igienici attrezzati a norma di legge per persone con disabilità motoria
  • Le sale 9, 10-15-23, 24 non sono visitabili da persone in carrozzina
  • Sono disponibili audio guide con il numero 5 sul tastierino riconoscibile al tatto
  • Vengono organizzati laboratori musicali per persone con deficit cognitivo (La voci della città). E’ necessaria la prenotazione via telefono e/o email
  • Prezzi: il visitatore con disabilità usufruisce di biglietto gratuito
  • Sono presenti sistemi di allarme antincendio acustici

Mediagallery

    • loading
      • Informazioni biglietto

        Tariffe ingresso Castello Sforzesco (comprensive di tutte le raccolte museali permanenti)
        Ingresso euro 5,00.
        Ridotto euro 3,00.
        Biglietto cumulativo per musei civici (durata 3 giorni) euro 12,00.
        Ingresso libero ogni giorno durante l'ultima ora di apertura e tutti i martedì dalle ore 14.

      • Collegamenti esterni

      • loading