Villa Reale: Galleria d'Arte Moderna e Museo dell'800

Villa Reale (Galleria d'Arte Moderna - Museo dell'Ottocento) - Pittura e scultura

Informazioni generali

La Villa nasce tra il 1790 e il 1796 come residenza del conte Lodovico Barbiano di Belgiojoso. La posizione, oltre ad avvantaggiarsi della presenza dei giardini pubblici di Porta Orientale, è strategica per l’epoca: rappresenta l’ingresso fisico e simbolico per chi arriva a Milano da Vienna.

È progettata dall’architetto austriaco Leopoldo Pollack, collaboratore di Giuseppe Piermarini, massimo rappresentante del neoclassicismo lombardo.

 

Nel corso degli anni vi abitano importanti personaggi, tra i quali il vicerè Eugenio di Beauharnais, da cui deriva il nome di Villa Reale, e il maresciallo Radetzky. Dal 1920 diventa di proprietà del Comune di Milano. L’anno successivo si inaugura nelle sue sale la Galleria d’Arte Moderna (GAM) o Museo dell’Ottocento.

 

È una costruzione a tre piani caratterizzata da due facciate principali. La prima, verso la strada con due ali avanzate più basse che delimitano una corte d’onore e la seconda, che si affaccia sul giardino retrostante e che è la più importante dal punto di vista artistico e figurativo. Decorata con statue e rilievi di soggetto mitologico, ideati dal poeta neoclassico Giuseppe Parini e scolpiti dalle stesse maestranze della facciata del Duomo.
Le sale del piano terra sono decorate dai motivi ornamentali di Giocondo Albertolli, collaboratore di Giuseppe Piermarini per le decorazioni di Palazzo Reale e di Villa Reale a Monza. Mentre il primo piano è decorato nel periodo napoleonico da Andrea Appiani.

Da non perdere

Fanno parte del percorso espositivo della Galleria d’Arte Moderna una serie di capolavori. Si va dall’età neoclassica, con Andrea Appiani e Antonio Canova, al romanticismo lombardo con Francesco Hayez, fino alle più celebri opere della Scapigliatura e della stagione divisionista, con Medardo Rosso e Segantini. Senza dimenticare la Collezione Grassi e la Collezione Vismara. La prima composta da dipinti italiani e stranieri dal XIII al XX secolo, tra cui spiccano Renoir, Van Gogh, Manet, Fattori e Segantini, insieme ad un nucleo di manufatti antichi dell'estremo oriente. La seconda composta da opere di artisti internazionali come Picasso e Matisse e di artisti legati allo scenario contemporaneo milanese come Morandi, Sironi, De Pisis e Modigliani.

Aneddoti e curiosità

La razionalità che caratterizza l’esterno della Villa Reale si rispecchia nella modernità degli interni con vere e proprie innovazioni per l’epoca come il riscaldamento ad aria ed un elegante bagno con servizi igienici all’inglese.

Dettagli utili

La Villa si raggiunge con la linea della Metro M1 scendendo alla fermata Palestro.

ACCESSIBILITA'

  • Una persona in carrozzina può in piena autonomia raggiungere l’ingresso, entrare nel Museo e visitarne tutte le sale. Può inoltre in piena autonomia raggiungere ed utilizzare i servizi igienici attrezzati a norma di legge per persone con disabilità motoria.
  • I nomi delle sale e le frecce direzionali sono a caratteri grandi e ben contrastati, così come i pittogrammi delle toilettes
  • Sono disponibili audio guide
  • Sono disponibili opere scultoree per l’esplorazione tattile
  • Vengono organizzate visite guidate specificamente rivolte a persone con disabilità
  • Vengono organizzati progetti e attività didattiche specificamente rivolti a persone non vedenti
  • Al Museo sono presenti carrozzine a disposizione dei visitatori
  • Gli operatori museali hanno avuto formazione specifica in merito alle esigenze di visitatori con disabilità
  • Prezzi: il visitatore con disabilità usufruisce di biglietto gratuito
  • E’ possibile prenotare e chiedere informazioni via telefono e/o email
  • Sono presenti sistemi di allarme antincendio acustici
  • Pagine dedicate sul sito ufficiale del Museo: clicca qui

 

Mediagallery

    • loading
      • Informazioni biglietto

        Ingresso euro 5,00
        Ridotto euro 3,00
        Biglietto cumulativo per musei civici milanesi (durata 3 giorni) euro 12,00
        Ingresso libero ogni giorno durante l'ultima ora di apertura e tutti i martedì dalle ore 14

      • loading