L'allestimento di Palazzo Morando. Costume Moda Immagine
L'allestimento di Palazzo Morando. Costume Moda Immagine
  •       >

Palazzo Morando. Costume Moda Immagine

Informazioni generali

NEL QUADRILATERO DELLA MODA UN NUOVO SPAZIO DEDICATO ALLA CREATIVITA’

Inaugurato il 1 marzo 2010 il nuovo allestimento di Palazzo Morando. Costume Moda Immagine è finalizzato a dare nuova visibilità allo straordinario patrimonio artistico dell'ex Museo di Milano e contemporaneamente a valorizzare il patrimonio di abiti e accessori conservati presso le Civiche Raccolte d’Arti Applicate del Castello di Milano, permettendo al pubblico cittadino, nazionale e internazionale di fruire gli spazi dedicati alla collezione di dipinti che illustrano i paesaggi urbani di Milano tra XVI e XIX secolo in un nuovo percorso espositivo, che andrà ad arricchire la veste di casa-museo già presente in una parte di Palazzo Morando.

A Palazzo Morando non solo troveranno casa le importanti collezioni di tessuti, abiti e accessori  fino ad oggi conservate presso le Civiche Raccolte d’Arte Applicata del Castello Sforzesco, ma sarà possibile sperimentare, approfondire e declinare la moda in tutte le sue forme. Il nuovo Museo si presenta come un luogo del sapere e dell’emozione, dove ammirare, in oltre 2mila metri quadrati, i capolavori del passato, analizzare l’immagine del presente e costruire suggestioni per il futuro, uno spazio polivalente, un ambiente destinato alla ricerca di linguaggi estetici e alla promozione di un’immagine giovane e giocosa del Costume e della Moda.

Da non perdere

Alcuni dipinti dell'800 su Milano di Giuseppe Canella, Angelo Inganni e Amanzia Guerillot. Una serie di esemplari di arte applicata come maioliche e bronzi.

Aneddoti e curiosità

Fu la contessa Lydia Caprara Morando Attendolo Bolognini alla sua morte, avvenuta il 30 gennaio 1945, che donò il palazzo di sua proprietà, con tutti i suoi arredi, al Comune di Milano che lo adibì a sede del Museo di Milano.

Dettagli utili

Consigliato a chi desidera approfondire la storia della città. Al primo piano due percorsi museali distinti: la Pinacoteca e le sale settecentesche. La Pinacoteca, in particolare, ospita una collezione di dipinti, sculture, stampe che ha avuto origine nel 1934 dall'acquisizione da parte del Comune della collezione di Luigi Beretta. Negli ambienti attigui, in un percorso suggestivo, sono state riallestite le sale di rappresentanza della casa nobiliare. Si tratta di una testimonianza di valore dell'evoluzione urbanistica e sociale di Milano tra la seconda metà del XVII e i primi anni del XIX secolo.

Mediagallery

    • loading
      • Informazioni biglietto

        Ingresso euro 5,00
        Ridotto euro 3,00
        Biglietto cumulativo per musei civici milanesi (durata 3 giorni) euro 12,00
        Ingresso libero ogni giorno durante l'ultima ora di apertura e tutti i martedì dalle ore 14.

      • loading